Zoom Torino: il bio parco tra panda e baobab

Zoom Torino, lemure

Zoom Torino, lemure

Ma anche rinoceronti, lemuri e lontre appena nate. Ad agosto, spettacoli circensi con i Les Farfadais e visite serali per vedere gli animali fuori dalle tane. Le foto

 /  / 

Cumiana (Torino) - Martedi 16 agosto 2016

Vedere dei baobab ai piedi delle Alpi può essere un’esperienza straniante, ma questa è solo una delle possibilità offerte dal Bioparco Zoom Torino di Cumiana, dove si può passeggiare tra i lemuri o dare da mangiare a una giraffa.

Il parco, a pochi chilometri da Pinerolo, mette a disposizione del visitatore diverse esperienze, tra cui numerosi eventi tenuti dai biologi del parco, che raccontano vita e abitudini degli animali ospitati da Zoom. Occasioni per capire qualcosa della Natura e imparare, anziché fissare un lemure o una lontra sperando soltanto di scattare una buona foto.

Fino al 20 agosto, inoltre, Zoom ospiterà lo spettacolo della compagnia circense Les Farfadais (dalle 21.30 alle 22.30), cui si potrà assistere aggiungendo 10 euro al costo del biglietto d’ingresso. Gli acrobati del gruppo Les Farfadais si sono esibiti per la prima volta alla cerimonia di chiusura dei Mondiali di calcio di Francia ’98, per poi girare il mondo con diverse apparizioni sui canali televisivi italiani e, nel 2006, un’esibizione all’arrivo della fiamma olimpica a Roma, quella che poi si fermò a Torino per le Olimpiadi invernali. Alla scoperta di un nuovo mondo è l’esibizione che la sera, presso l’anfiteatro di Petra all’interno del parco, Les Farfadais portano in scena con spettacolari acrobazie. Lo scopo è anche quello di sensibilizzare il pubblico sulla necessità di conoscere la Natura per capire l’importanza della conservazione.

Una parte del costo del biglietto sarà devoluta ai progetti di conservazione organizzati da Zoom per salvaguardare in natura le specie in via di estinzione come, ad esempio, la tigre. Dell’elegante e maestosa fiera asiatica sono presenti tre esemplari, osservabili persino da vicino attraverso un vetro (piuttosto spesso, non temete) che divide Il tempio delle tigri dai visitatori.

A pochi passi, un grande albero circondato da un apposito recinto ospita un giovane panda minore. A causa dell’espansione umana, che ne ha distrutto l’habitat, è considerato uno dei 100 mammiferi a maggior rischio di estinzione. Anche il rinoceronte, di cui è presente un imponente esemplare, rischia di scomparire a causa dell’uomo, che lo uccide per l’avorio del suo corno.

Tutti questi animali si possono osservare anche di sera fino al 31 agosto, con l’iniziativa chiamata Zoom Night Safari: il bioparco posticipa la chiusura alle 22 e introduce un biglietto per l’ingresso dopo le 18. Un orario ideale per osservare gli animali nel momento in cui, come abituati in Natura, escono dalle loro tane per cercare cibo e diventano così più attivi e visibili.

Gli habitat ricostruiti nel parco ospitano numerose specie. Oltre a quelle già citate, si incontrano suricati, dromedari, buoi dei Watussi e asini somali, ma anche testuggini giganti, istrici, pellicani, diversi tipi di uccelli rapaci e poi gibboni, cervi, antilopi, gru e fenicotteri rosa, oppure due specie di serpenti - boa e pitoni -.

Interessante anche l’habitat delle lontre, che da poche settimane hanno aumentato la propria famiglia con alcuni piccoli.

Zoom Torino, però, ha anche diversi punti ristoro al proprio interno (alcuni aperti fino a sera) e Bolder Beach, una piscina circondata da diversi spazi per sdraiarsi e passare una giornata di relax. Per quest’ultima, sono previsti biglietti appositi, con la possibilità di abbonarsi, e in combinazione con l’ingresso al parco. Un lato della vasca confina con l’habitat dei pinguini e dà la sensazione di nuotare insieme a loro.

Passeggiare a pochi centimetri dai lemuri (evitando accuratamente di toccarli) è sicuramente un’esperienza unica, un’opportunità per arricchirsi ricordando che quei lemuri – così come le altre specie – sono lì, in cattività, per dirci che cosa rischiamo di perdere per sempre, ogni giorno, in Natura.

Per comprendere, in effetti, l’uomo ha sempre bisogno di vedere con i propri occhi, da vicino.

Approfondisci

Zoom è un bioparco di riferimento in Italia e in Europa e ha l’obiettivo di condividere la conoscenza delle problematiche che colpiscono gli animali, soprattutto le specie in via d’estinzione. Nasce da un grande amore per la natura e dalla consapevolezza dei pericoli che corre. E l'obiettivo di Zoom è la conservazione della specie.

È in questi luoghi che si comprende l’importanza della biodiversità e si crea quella cultura che contribuisce a garantirla. Qui, si possono acquisire informazioni preziose per combattere attivamente il pericolo di estinzione. Gli zoo di nuova concezione sono sempre più importanti per conoscere mondi lontani, difficili da studiare nel loro contesto originario.

  • Biglietti
    Intero 24 euro a persona; ridotto 20 euro a persona (dai 3 ai 12 anni); gratis bambini sotto i 3 anni.
    Prezzi famiglia: 4 persone 79,50 euro; 5 persone 99,50
    Possibilità di acquistare i biglietti anche online

Paolo Morelli

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Tempo libero Weekend