Terra Madre Salone del Gusto 2016: i luoghi e il programma

Tutti i luoghi della manifestazione. Dal Parco del Valentino con il Mercato internazionale all'Enoteca di Palazzo Reale. Dal 22 al 26 settembre

 /  / 

Torino - Giovedi 22 settembre 2016

A Torino è arrivato Terra Madre Salone del Gusto con cinque giorni di eventi e iniziative legate al cibo in tutte le sue forme.

Da giovedì 22 a lunedì 26 settembre in tutta la città sono oltre 900 gli appuntamenti della kermesse, che per la prima volta lascia le porte del Lingotto, diventa a ingresso gratuito (eccetto per eventi su prenotazione e conferenze) e invade tutta Torino, dal centro alla periferia. (Leggi il programma completo di Terra Madre 2016.)

Una manifestazione corale sul tema Voler bene alla terra che per i 30 anni di Slow Food in Italia si snoda tra il Parco del Valentino con la mostra mercato a via Po che si trasforma nella via del Gelato e poi Circolo dei Lettori, Teatro Carignano, sede delle conferenze, musei cittadini, vie e piazze del centro.

In particolare nel Parco del Valentino troviamo il grande Mercato e i Presìdi internazionali con prodotti, storie e artigiani provenienti da ogni parte del mondo. Qui anche le Cucine di Terra Madre: 60 chef internazionali cucinano piatti dei cinque continenti. Il Parco del Valentino accoglie anche il percorso interattivo Slow Meat, che introduce al consumo consapevole di carne, le aree tematiche Slow Fish, che racconta la situazione dei nostri mari e Indigenous Terra Madre, uno spazio dedicato alle comunità indigene e alle loro storie, e lo stand dell’Università di Scienze Gastronomiche.

Inoltre al Castello del Valentino e a Torino Esposizioni si svolgono i Forum di Terra Madre, spazi di dibattito e confronto in cui i delegati della rete di Terra Madre approfondiscono le tematiche legate al cibo. Poco distante, il Borgo Medievale accoglie le attività didattiche per scuole e famiglie con laboratori, workshop, percorsi sensoriali e mostre.

Il programma Migranti anima le vie di San Salvario, affrontando il fenomeno migratorio con appuntamenti gastronomici, tour guidati che si spingono fino a Porta Palazzo, conferenze e festival internazionali. In Piazzale Valdo Fusi i Maestri del Gusto propongono le eccellenze enogastronomiche di Torino e provincia e l’ex Borsa Valori ospita i Laboratori dedicati al caffè e un ricco programma organizzato da Lavazza e da La Stampa.

In via Cavour si svolgono gli appuntamenti dedicati alla Mixology ospitati da Aste Bolaffi, mentre in via Roma, si trovano le aree tematiche Slow Beans e lo spazio del Presidio dell’olio extravergine d’oliva.

Da piazza San Carlo verso piazza Castello si snodano gli stand i Presìdi italiani e nella piazza principale della città troviamo la Cucina dell’Alleanza, dove chef italiani e internazionali si alternano ai fornelli interpretando i Presìdi.

Nel Cortile di Palazzo Reale c'è la grande Enoteca: oltre 1000 etichette in degustazione, una sezione di temporary tastings con vini provenienti da prestigiose zone vitivinicole d’Europa e gli appuntamenti organizzati da Aste Bolaffi con Luisa Bianconi, esperta del dipartimento di vini rari e pregiati, che valuterà alcune bottiglie.

Nell’antistante Piazzetta Reale si possono assaggiare le proposte di 15 originali Food truck: patate ripiene, polpette, piadine, gelati e carbonare stellate.

Lo storico Teatro Carignano è dedicato al ricco programma di conferenze, mentre via Po ospita la Caffetteria dei Presìdi e si trasforma nella Via del Gelato grazie alla maestria di Alberto Marchetti e della Compagnia dei Gelatieri e del miele, con lo spazio Let it bee dedicato agli apicoltori nel Rettorato dell’Università di Torino.

In Piazza Vittorio e ai Murazzi del Po le storiche arcate dei Magazzini Devalle accolgono per l’occasione le migliori birre artigianali italiane, accompagnate da una selezione di Cucine di strada, dove gustare tigelle, fritti di pesce, bombette, panzerotti e l’immancabile amatriciana

Al Circolo dei Lettori si svolgono alcuni Laboratori del Gusto dedicati ai prodotti della terra; il Grattacielo Intesa Sanpaolo ospita invece due appuntamenti della Scuola di Cucina con lo chef Ivan Milani, mentre nelle sale di Aste Bolaffi, si può assaggiare il Vermouth storico di Torino, esplorare tutti gli usi del gin e avvicinarsi all’inaspettato mondo del rum guatemalteco.

Presso Eataly Torino Lingotto, durante la Scuola di Cucina e le Storie di Cuochi e di Cucina, chef provenienti dai cinque continenti guidano alla scoperta di curiosità e innovazioni gastronomiche. Qui si svolgono anche gli Appuntamenti a Tavola serali: ad alternarsi ai fornelli chef spagnoli, russi e italiani del calibro di Xavier Pellicer, Sergey e Ivan Berezutskiy, Federico Zanasi e Pierpaolo Livorno, con un finale a sorpresa.

Le attività di Terra Madre Salone del Gusto 2016 proseguono nei musei cittadini con mostre, percorsi e proiezioni alla Galleria civica d'arte moderna e contemporanea, al Museo del Cinema, al Museo di Arte Orientale e al Museo Egizio, e fuori Torino con le visite alle Residenze Reali.

C.S.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Bere & Mangiare Notizie ed eventi