Referendum del 4 dicembre a Torino, come, dove e quando si vota

I cittadini italiani sono chiamati alle urne per la modifica della costituzione. Un vademecum sui documenti per votare e il rinnovo delle tessere elettorali

 /  / 

Torino - Martedi 29 novembre 2016

Domenica 4 dicembre a Torino, come in tutta Italia, si vota per il Referendum confermativo della Legge Costituzionale, che in caso di vittoria del Sì poterà alla modifica dell'attuale costituzione, mentre in caso di vittoria del No, manterrà la costituzione italiana allo stato attuale. Il Referendum costituzionale non prevede il raggiungimento del quorum, pertanto la votazione sarà valida a prescindere da quanti andranno a votare.

QUANDO SI VOTA

Le urne sono aperte nella sola giornata di domenica 4 dicembre dalle 7 alle 23.

COME SI VOTA

Per esercitare il proprio diritto al voto, l’elettore deve esibire al presidente del proprio seggio di appartenenza la tessera elettorale e un documento di riconoscimento.
La scheda elettorale recherà il quesito del referendum: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del Titolo V della parte II della costituzione?».
Per esprimere il voto è sufficiente apporre un segno sulla casella corrispondente al Sì o al No.

CHI PUO' VOTARE

Fanno parte dell'elettorato attivo tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, che siano cittadini italiani e che non si trovino in alcuna condizione ostativa per l'iscrizione nelle liste elettorali.

RINNOVO DELLA TESSERA ELETTORALE

In caso di tessera smarrita o con gli spazi tutti timbrati, occorre richiedere un duplicato o una nuova tessera. Si ricorda che per avere il duplicato della tessera elettorale occorre esibire un documento di riconoscimento; mentre per il rilascio di una nuova tessera, oltre al documento di riconoscimento, occorre esibire anche la vecchia tessera con tutti gli spazi timbrati.

Qui di seguito gli orari e gli uffici anagrafici dove richiedere una nuova tessera elettorale:

  • Ufficio Elettorale - Corso Valdocco 20 piano rialzato – orario continuato dal lunedì al giovedì dalle 8.15 alle 15.00 e il venerdì dalle 8.15 alle 13.50. Venerdì 2 e sabato 3 dicembre l’ufficio è aperto dalle 8.15 alle 18.00, mentre domenica 4 dicembre gli sportelli aprono alle 7.00 per poi chiudere alle 23.00.
  • La tessera elettorale può altresì essere richiesta, nei normali orari di apertura, anche presso le anagrafi decentrate, ossia: Circoscrizione 2 (strada Comunale di Mirafiori, 7 e via Guido Reni, 102); Circoscrizione 3 (corso Racconigi, 94 e via De Sanctis, 12); Circoscrizione 4 (via Carrera, 81); Circoscrizione 5 (piazza Montale 10 e via Stradella, 192); Circoscrizione 6 (Piazza Astengo, 7 e via Leoncavallo, 17 e ); Circoscrizione 7 (corso Vercelli, 15); Circoscrizione 8 (via Campana, 30, corso Moncalieri, 18, corso Corsica, 55 e via Nizza, 168).
  • Le anagrafi circoscrizionali Venerdì 2 (dalle 14.30 alle 18), sabato 3 (dalle 8.30/14-14.30/18) e domenica 4 dicembre (7-23) rilasciano solo i duplicati o le nuove tessere elettorali.
  • Le tessere elettorali vengono emesse anche dall’anagrafe centrale (via Giulio 22) Domenica 4 dicembre dalle 7 alle 23.

VOTO DOMICILIARE

Sono ammessi al voto domiciliare:

  • gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano;
  • gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio del trasporto pubblico che i comuni organizzano, in occasione di consultazioni, per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale.

Le disposizioni sul voto domiciliare, si applicano per il Referendum Costituzionale agli elettori richiedenti che dimorano nell'ambito del territorio nazionale. L'elettore interessato deve far pervenire al comune nelle cui liste elettorali è iscritto, tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data della votazione, un'espressa dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto. La domanda di ammissione al voto domiciliare, deve indicare l'indirizzo dell'abitazione in cui l'elettore dimora ed un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico di medicina legale, designato dagli organi dell'A.S.L. La certificazione medica deve riprodurre l'esatta formulazione normativa, attestante, quindi, la sussistenza in capo all'elettore delle condizioni di infermità di cui all'art. 1, comma 1, della L. 46/2009. Questa certificazione può inoltre attestare l'eventuale necessità del voto assistito. Per ulteriori informazioni telefonare al numero: 011.01125369 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

VOTO ASSISTITO

Sono da considerare fisicamente impediti ad esercitare materialmente ed autonomamente il diritto di voto:

  • i ciechi;
  • gli amputati nelle mani;
  • gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità.

Tali elettori possono recarsi in cabina a votare con l'assistenza di un accompagnatore che può essere un familiare o un'altra persona liberamente scelta, purché siano iscritti nelle liste elettorali di un qualsiasi comune della Repubblica.
Per votare con un accompagnatore, deve ricorrere una delle seguenti condizioni:

  • l'impedimento fisico sia evidente;
  • sulla tessera elettorale il Comune abbia apposto il timbro con la sigla "AVD";
  • l'elettore sia in possesso del libretto nominativo di pensione di invalidità civile rilasciato dall'INPS recante all'interno la fotografia del titolare, l'indicazione categoria "ciechi civili" ed uno dei seguenti codici 10, 11, 15, 18, 19, 06, 07;
  • l'elettore esibisca un certificato medico, rilasciato da un funzionario medico dell'A.S.L., attestante l'impedimento ad esprimere il voto senza l'aiuto di un altro elettore.

Nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un portatore di impedimento fisico in occasione della stessa votazione.
Ulteriori informazioni.

ELETTORI DIVERSAMENTE ABILI

L'elettore impossibilitato o con grave riduzione alla capacità di deambulazione autonoma, che è iscritto a un seggio non accessibile mediante sedia a ruote, ha la facoltà di votare in un altro seggio del Comune, privo di barriere architettoniche, esibendo all'atto della votazione, oltre ad un documento di riconoscimento personale e alla tessera elettorale, un certificato sanitario attestante l'impedimento rilasciato dall'A.S.L.
È valida, per l'esercizio del voto, anche la documentazione sanitaria rilasciata in precedenza dall'Azienda Sanitaria Locale per altri scopi, che comprovi l'impossibilità o la grave riduzione alla capacità di deambulazione autonoma, o la copia della patente di guida speciale

TRASPORTO GRATUITO - SERVIZIO PASSPARTOUT

Per il giorno della votazione, il Comune di Torino organizza un servizio di trasporto assistito e gratuito per accompagnare ai seggi gli elettori impossibilitati o con grave riduzione alla capacità di deambulazione autonoma.
È possibile richiedere il servizio telefonando al numero 011-01128008, nei seguenti giorni:

  • da lunedì 21 novembre a sabato 3 dicembre dalle ore 9 alle ore 17, esclusi i giorni di sabato 26 novembre e domenica 27 novembre;
  • il giorno di domenica 4 dicembre dalle ore 9 alle ore 20.

AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI

In occasione della consultazione referendaria di domenica 4 dicembre 2016, gli elettori che si recano a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale, possono usufruire delle agevolazioni di viaggio. Per i dettagli consultare la circolare del Ministero dell'Interno - Direzione Centrale dei Servizi Elettorali n.48/2016.

C.S.

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Società & Tendenze Attualità