Premio InediTO: il concorso per aspiranti scrittori

Scrivere

Scrivere © Pixabay.com

Sei sezioni: narrativa, poesia, teatro, cinema, musica. Al via il bando del 2017. A selezionare i lavori una giuria di esperti. La scadenza il 31 gennaio

 /  / 

Torino - Martedi 10 gennaio 2017

Aspiranti scrittori di narrativa, poeti, cantautori, sceneggiatori per cinema e teatro, avete ancora poco tempo per far conoscere il vostro lavoro e, perché no, essere premiati e poter vedere riconosciuto il vostro talento.

Il bando del Premio InediTO – Colline di Torino, edizione 2017, scadrà infatti il 31 gennaio. Alla sua sedicesima edizione, il premio non smette di attirare consensi e partecipazione, sia da parte degli autori che ogni anno concorrono nelle diverse sezioni, sia da parte di personalità del mondo editoriale e artistico che di volta in volta compongono i comitati di lettura e la giuria. Spiccano tra le edizioni passate i nomi di Paola Mastrocola, Morgan, Umberto Piersanti, Luca Bianchini, Andrea Bajani, Davide Ferrario.

Il premio InediTO, frutto del lavoro dell’associazione Il Camaleonte, che ha sede a Chieri, nei pressi di Torino, si caratterizza per la sua attenzione rivolta esclusivamente a opere inedite; il tema è libero, ma quel che attira i partecipanti è sicuramente la possibilità di mettersi alla prova con diverse forme di scrittura. Sei in tutto sono infatti le sezioni: narrativa (romanzo e racconto), poesia, teatro, cinema, musica.

Con le 670 opere dello scorso anno, in arrivo da tutta Italia ma anche dall’estero, le aspettative per il bando 2017 sono alte, ecco allora comparire in giuria un parterre di esperti legati a ogni forma artistica in concorso. Ci sarà Davide Rondoni, presidente, accompagnato da Michele di Mauro, Alessandro Defilippi, Valter Malosti, Antonio Vandoni, Zibba, e ancora Davide Longo, Elena Varvello, i fratelli Gianluca e Massimiliano De Serio, Matteo Bernardini, Valentina Diana, Gianfranco Lauretano. A tutti questi nomi si aggiungeranno poi i vincitori dell’edizione 2016.

Invitante, oltre alla possibilità di farsi leggere da esperti, anche il montepremi, che oltre a quote in denaro include per ogni autore selezionato la possibilità di promuovere il proprio lavoro partecipando a rassegne letterarie e festival, nonché a reading teatrali, produzioni cinematografiche e trasmissioni radiofoniche. In particolare, il premiato per la sezione poesia potrà partecipare al Festival di Poesia Internazionale Parole Spalancate di Genova, i vincitori delle due sezioni narrativa avranno accesso a I luoghi delle parole, festival letterario organizzato ogni anno a Chivasso. Ai vincitori per il testo teatrale e cinematografico sarà erogato un contributo rispettivamente per la messa in scena e per le riprese, in questo caso in collaborazione con la Film Commission TorinoPiemonte. Il vincitore del testo per canzone avrà invece la possibilità di partecipare al M.E.I. di Faenza, il più importante evento su territorio nazionale dedicato alla musica indipendente ed emergente, grazie alla collaborazione tra InediTO e L’Altoparlante. Infine, premi speciali, tra cui quello per i giovani, InediTO Young, riservato agli under 18 e che vedrà come premio una stilografica del marchio Aurora, un weekend nelle Colline di Torino messo a disposizione da Booking Piemonte e InediTO in Tour, una giornata sulle Alpi occidentali per un’escursione alla scoperta del territorio in compagnia della guida naturalistica Franco Borgogno.

Ma forse, a far gola ancora di più, saranno proprio le collaborazioni, sfociate nei contributi alle riprese e alla mesa in scena per i testi teatrali e cinematografici, e nella la possibilità di pubblicare le opere per le due sezioni di narrativa, grazie all’interessamento di alcuni editori e del Camaleonte Edizioni, casa editrice nata su stimolo del premio.

Per scoprire i nomi dei vincitori bisognerà però aspettare maggio, mese del libro e, a Torino, mese del Salone Internazionale del Libro, in partenza per la sua trentesima edizione con tante novità. La serata di premiazione avrà come location la consueta e storica sede, a Pessione-Chieri, della Martini & Rossi, e vedrà coinvolti nomi noti del mondo artistico ed editoriale. Ma non ci si limiterà a Casa Martini: quest’anno InediTO avrà come partner non solo le città delle Colline torinesi, ma anche Alba, in un ideale ponte tra collina e Langhe, patrimonio Unesco.

Pronti dunque a tirare fuori dai cassetti manoscritti, racconti, sceneggiature, poesie e canzoni? Il bando con tutte le informazioni sulle caratteristiche degli elaborati e le modalità di invio è disponibile sul sito del Premio.

Alessandra Chiappori

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Cultura Libri & Scrittori