Dove mangiare a Torino a poco prezzo? Pranzi, cene e spuntini

Dove mangiare a Torino a poco prezzo? Pranzi, cene e spuntini

Dalla polpetteria artigiana alla polenta in chiave street food. Tra arrosticini, zuppe, pizze al tegamino, farinate e kebab. 8 locali da non perdere

 /  / 

Torino - Giovedi 26 gennaio 2017

Dove si cena questa sera? Spuntini improvvisati dell’ultimo momento, variazioni della classica combinata cinema-pizza, ma anche semplice voglia di uscire senza vietarsi la gioia di una cena tra amici e spendere cifre proibitive: le idee offerte da Torino sono tante, e soddisfano davvero tutti i gusti.

Potreste per esempio farvi tentare da un buon pezzo di focaccia entrando in un angolo ligure nel pieno centro della città. La Focacceria Lagrange, situata nell’omonima via, è quel che fa per voi se siete in cerca di uno spuntino semplice ma gustoso che potrete assaporare nel bancone interno oppure passeggiando. Con la giusta miscela di qualità che include farina, acqua e olio, l’offerta di focacce dalle farciture golose è invitante a ogni ora del giorno, inclusa la sera, in cui potete trovare il locale aperto fino alle 21.00. Chicca, per veri intenditori, la focaccia impastata con il paté di olive taggiasche: sfiziosa, gustosa ed economica.

Dalla Liguria ai sapori di Abruzzo, in via Giolitti e in via Cesalpino c’è Linopassamilvino, locale specializzato nella cottura e nella rielaborazione in chiave streetfood del celebre arrosticino. Qui potrete trovare diversi menu a base dei gustosissimi spiedini che, secondo la tradizione, sono fatti di carne ovina, ma che da Linopassamiilvino vengono proposti anche con carne di maiale o pollo. Ingredienti di qualità che strizzano l’occhio alla specialità regionale (da provare anche le pallotte cacio e ove) e nel contempo all’economicità del fast food: all’esigenza, potrete anche sfruttare il pratico take away.

Di tradizione in tradizione, in via Roero di Cortanze, immediatamente dietro a Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche, c’è Norma, la Polpetteria Artigiana. Un classico della cucina casalinga rivisto e riproposto in tante varianti, che si accompagnano a un prezzo assolutamente prêt-à-porter. Potrete spaziare tra polpette in carne, pesce, verdure. Il locale propone vari menu tra cui l’assaggio del mix di polpette, oppure gli spaghetti “spessi” conditi con il sugo della nonna. Polpette anche per dessert, tra ricotta, cioccolato e altre golosità.

Se la carne proprio non vi va, c’è una soluzione low cost dedicata a vegetariani e vegani. Si chiama Articiocc, è in via Palazzo di Città, nel cuore di Torino, e si contraddistingue per una serie di prodotti biologici, a chilometro zero ed equo solidali. Il portafoglio non patirà troppo se siete indecisi e opterete per il menu degustazione, che qui resta rigorosamente sotto i dieci euro, dolce incluso.

La stessa filosofia “bio” contraddistingue Soup and go, in via San Dalmazzo e via Susa. Tutti i giorni escluso il lunedì fino alle 22, il locale propone una selezione di zuppe diverse, tra cui una classica e una più speziata. Le zuppe, servite in barattolo, si affiancano alle insalate, che è possibile costruire personalmente con diversi ingredienti freschi a disposizione. Carino, frizzante, insolito, e assolutamente alla portata di tutte le tasche e i palati.

Se col freddo la zuppa va a nozze, c’è un altro grande piatto invernale: la polenta. Da Polentone, in via Po, troverete il fast food a base di sola polenta, un’idea nuova per cambiare spuntino e spendere poco mangiando piatti saporiti. Taragna o bramata, la polenta viene servita con vari tipi di carne oppure con sugo vegetariano o vegano. La goliardata? La polenta con la Nutella!

Per gli affezionati alla tradizione, in via Doria c’è Alla baita dei 7 nani, un locale piccolo piccolo, nelle dimensioni, nelle pizze e nei prezzi. La coda che spesso si forma fuori dalla porta sottolinea l’apprezzamento dei clienti per una pizzeria che propone soffici pizze al padellino, e offre come specialità la farinata. Prendete il vostro numerino, armatevi di pazienza per la coda e preparatevi a una cena gustosa in compagnia: spesso i tavoli, viste le piccole dimensioni, vengono condivisi tra diversi clienti, sullo stile delle vecchie taverne e osterie.

Infine, la classica cena o spuntino dal prezzo contenuto ma dall’apporto calorico ingente: il kebab. Horas, in via Berthollet nel cuore di San Salvario, è aperto fino a tardi e offre la combinata kebab, dolce e bibita a meno di dieci euro. Menù ricco e non solo kebab, ma scelte etniche tra moussaka, falafel, riso all’orientale, gulash e zeppole egiziane. Da provare? Il tè alla menta, per un viaggio sensoriale nel mondo mediorientale.

Alessandra Chiappori

© Copyright mentelocale.it
vietata la riproduzione

Bere & Mangiare Ristoranti